Sfoglia il Numero 3 - Anno 2020 di OAMagazine, la newsletter dell'Organismo Agenti e Mediatori.

Uno strumento utile tanto a chi non conosce ancora l'OAM, quanto, invece, a chi lo conosce già e desidera saperne di più. Una guida alla nostra attività, ma anche alla nostra filosofia, per offrire a tutti, ed in particolare agli operatori del mercato, la possibilità di lavorare meglio sia con noi sia, soprattutto, con chi accede al credito.

In questo numero:

  • l’editoriale di Antonio Catricalà, con uno sguardo all’andamento dell’economia nell’attuale scenario pandemico, all’impegno dell’Unione europea nel supportare la ripresa economica e le iniziative dell’OAM a sostegno dei propri iscritti;
  • gli effetti della seconda ondata di Covid sul Pil italiano nelle previsioni economiche della Banca d’Italia, e la spinta alla ripresa che dovrebbe derivare dalla politica di bilancio e dal Next Generation UE;
  • l’aumento del risparmio “precauzionale” degli italiani che privilegiano la liquidità, e le sfide per il sistema bancario che dovrà affrontare, da una posizione solida, una nuova ondata di crediti inesigibili insieme alle innovazioni tecnologiche che creano nuove realtà e richiedono adeguate regolamentazioni;
  • l’approvazione del regolamento sul crowdfunding, che si sta affermando sempre più come forma di finanza alternativa fondamentale per le piccole imprese, la proposta di regolamento sulle criptovalute della Commissione Ue per garantire un quadro normativo in grado di favorire l’innovazione senza mettere a rischio la stabilità dei mercati e la tutela dei cittadini;
  • le valutazioni della Commissione europea sulla direttiva sul credito al consumo, la spinta dell’Europa verso un sistema dei pagamenti sempre più digitali e competitivi e i quattro pilastri alla base della strategia della Commissione europea;
  • l’attenzione dell’OAM verso l’evoluzione del mercato e nuove aree di business presidiate dagli iscritti agli Elenchi, e il rinnovato impegno dell’Organismo nella lotta all’abusivismo mentre cresce, in base ai dati 2020 sulla partecipazione alle prove d’esame e valutative, l’interesse verso la professione dell’intermediario del credito;
  • i risultati della seconda indagine OAM sui Mediatori creditizi che registra risultati negativi per il primo semestre 2020 ma una ripresa nel secondo periodo dell’anno, soprattutto per le società medio grandi e conferma il ruolo fondamentale di questa categoria nel supportare famiglie e imprese nella scelta del miglior finanziamento nel rispetto puntuale degli obblighi di trasparenza.

> Sfoglia il nuovo numero di OAMagazine

> Iscriviti alla Newsletter per ricevere OAMagazine

Vai all'inizio della pagina