E’ Agente che presta servizi di pagamento per conto di Istituti di Moneta Elettronica o Istituti di Pagamento comunitari il soggetto che promuove e conclude contratti relativi ad operazioni di pagamento in Italia, iscritto nel registro pubblico del Paese in cui l'intermediario preponente ha ottenuto l'autorizzazione.

Gli Agenti nei servizi di pagamento di cui gli IMEL/IP comunitari si avvalgono per operare in Italia o il punto di contatto centrale (quando deve essere istituito ai sensi dell’art. 42, comma 3, del D.lgs. n. 231/2007), al fine di consentire i controlli e l’adozione delle misure previste, comunicano all’OAM l’avvio dell’operatività sul territorio della Repubblica, i propri dati aggiornati, le eventuali variazioni nonché la conclusione della propria attività, secondo le distinte modalità operative di seguito, sinteticamente, riportate.

Nel caso in cui è prevista l’istituzione del punto di contatto centrale le comunicazioni e gli altri adempimenti di cui all’art. 128-quater, comma 7 del TUB, sono effettuate dallo stesso punto di contatto centrale, e non dai relativi Agenti.

 

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO

Il punto di contatto centrale, di cui gli IMEL/IP comunitari si avvalgono per operare in Italia, nell’adempiere alle disposizioni di cui all’art. 128-quater, comma 7 del TUB risulta avere diverse discipline di riferimento.

In particolare:

 

PUNTO DI CONTATTO CENTRALE
REQUISITI TECNICO-INFORMATICI
PROCEDURE DI ACCESSO ALLA REGISTRAZIONE
MODALITA' E PERIODICITA' NELLE COMUNICAZIONI
CONTRIBUTI E ALTRE SOMME


Vademecum

Il punto di contatto centrale per inviare i dati relativi agli Agenti deve:

  • scaricare il modulo "Richiesta di accesso alla registrazione";
  • compilare in ogni sua parte e sottoscrivere il modulo;
  • inviare il modulo sottoscritto all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., ed allegare copia del versamento della somma una tantum compensativa dei costi d'opera dell'archivio dati OAM; (Circolare OAM n. 37/20)
  • attendere conferma di abilitazione dall'OAM;
  • accedere alla funzione registrazione;
  • completata la registrazione, accedere all'Area Privata IMEL/IP comunitari del portale OAM;
  • inviare i dati informativi relativi agli Agenti (vedi fac-simile modello per invio), seguendo le istruzioni operative contenute nel Manuale Utente;
  • pagare il contributo per la gestione del sistema informatico parametrato alle trasmissioni inviate (Circolare OAM n. 37/20);
  • ripetere le ultime due operazioni così come descritte dal calendario trimestrale di trasmissione.

 

In caso di inosservanza degli obblighi derivanti dalle disposizioni loro applicabili, l’OAM comunica all’Autorità del Paese d’origine tale violazione. Nel caso in cui i provvedimenti di quest’ultima risultino inadeguati, l’OAM informa il Ministero dell’Economia e delle Finanze che, sentito il Ministero degli Affari Esteri, può vietare a tali soggetti di intraprendere nuove operazioni in Italia.

Vai all'inizio della pagina