ATTIVITA' DI AGENZIA: DEFINIZIONI E DELIMITAZIONI

È agente in attività finanziaria il soggetto che promuove e conclude contratti relativi alla concessione di finanziamenti sotto qualsiasi forma o alla prestazione di servizi di pagamento, su mandato diretto di intermediari finanziari previsti dal titolo V del D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385 (TUB), istituti di pagamento, istituti di moneta elettronica, banche o Poste Italiane. Gli agenti in attività finanziaria possono svolgere esclusivamente l’attività indicata, nonché attività connesse o strumentali. I soggetti che svolgono esclusivamente la prestazione dei servizi di pagamento devono iscriversi nella sezione speciale dell’elenco dedicata agli agenti nei servizi di pagamento. (cfr. art. 128-quater del TUB)
La risposta ti è stata utile?

Sì, l'attività di agenzia in attività finanziaria deve essere svolta in via esclusiva; possono essere esercitate attività connesse o strumentali alla stessa e quelle definite compatibili dalla normativa. (cfr. art. 128-quater, comma 1, del TUB)

La risposta ti è stata utile?

E' strumentale l'attività che ha carattere ausiliario rispetto a quella esercitata. A titolo meramente indicativo, rientrano tra le attività strumentali quelle di:

a) studio, ricerca e analisi in materia economica e finanziaria;

b) gestione di immobili ad uso funzionale;

c) gestione di servizi informatici o di elaborazione dati;

d) formazione e addestramento del personale.

E' connessa l'attività accessoria che comunque consente di sviluppare l'attività esercitata. A titolo meramente indicativo, costituiscono attività connesse la prestazione di servizi di:

a) informazione commerciale;

b) assunzione di partecipazioni.

La risposta ti è stata utile?

Sì, gli agenti in attività finanziaria possono svolgere attività di promozione e collocamento di contratti relativi a prodotti bancari su mandato diretto di banche ed a prodotti di Bancoposta su mandato diretto di Poste Italiane S.p.A. (cfr. art. 128-quater del TUB)

La risposta ti è stata utile?

No, a condizione che all'attività di promozione (pubblicizzazione e consulenza) e collocamento (raccolta e inoltro delle proposte all'intermediario) non segua la conclusione (perfezionamento in base ai poteri conferiti) dei detti contratti. (cfr. art. 12, comma 1-ter, del D.Lgs. n. 141/2010).

La risposta ti è stata utile?

No, a condizione che l'attività sia svolta sulla base di un contratto di esternalizzazione che ne predetermini le modalità di svolgimento, abbia carattere meramente materiale e, in nessun caso, sia accompagnata da poteri dispositivi. (cfr. art. 12, comma 2, del D.Lgs. n. 141/2010)

La risposta ti è stata utile?
Non trovi risposta alla tua domanda?
Vai all'inizio della pagina